Rituale magico contro Fattura e Malocchio

Appartenenti al folklore magico della Gran Bretagna, le Bottiglie della Strega, erano diffusissime nel periodo elisabettiano. Si tratta di un incantesimo di protezione dalla magia nera usato anche come contro fattura. Si tratta di piccole bottigliette di vetro, solitamente di colore azzurro o verde con le facce numerose e sfaccettate; altre varianti invece si servono di bottigliette di ferro forato. Le varianti in vetro scuro sono snche chiamate Graybeards o Bellarimines (quest’ultimo era il nome di un inquisitore cattolico ritenuto un “demone” dai protestanti anglicani).

Ingrediente base all’ interno della bottiglia della strega era il sale. Si credeva che il sale, il colore e le numerose facce scoraggiassero il diavolo. Coloro che erano vittime di malocchi, magia nera e infestazioni di fantasmi, si recavano presso i “cunning man”, i maghi e le streghe buone del paese per farsi confezionare una bottiglia della strega. La bottiglia veniva riempita con l’ urina della persona affatturata, capelli o unghia, quindi si procedeva a seppellirla nel giardino o vicino casa. Da questo momento, la strega che ha lanciato il malocchio soffrirebbe un grande sconforto e l’ incantesimo si sarebbe annullato. Più spesso, invece, la bottiglia era gettata in un fuoco fino a farla esplodere. L’esplosione indicherebbe la rottura del maleficio e in alcuni casi causerebbe la morte della megera. In entrambi i casi le fonti narrano che il mago nero avrebbe sofferto impedimenti nell’ urinare.

La bottiglia della strega era usata specificamente nei casi di malocchio. Per questo erano appese all’interno dei camini, sulle porte e sulle finestre. Si trovavano appese ai ponti, nei negozi, nei mercati. Al suo interno si introducevano spilli, schegge di vetro, carboni, spine, erbe magiche e ogni sorta di oggetto che avesse relazione con il tipo di male che si voleva ritorcere sullo stregone. Secondo i racconti più “macabri”, dopo la distruzione della bottiglia, il contenuto si ritroverebbe magicamente nel corpo della strega. I casi narrano di morti per autocombustione, vomito di cera e schegge, ect.

 

Bellarmines
Una vecchia Bellarmines.
La bottiglia della strega è un incantesimo popolare che viene ancora eseguito nei paesi anglosassoni, dalle streghe wiccan e da alcuni neopagani. Se pure i secoli siano passati, si continuano a preferire bottigliette e flaconi che rispecchiano il gusto di quelli antichi, ossia con forme particolari e nei colori azzurro o verde. Se il vetro e la decorazione permettono di occultarne il contenuto, si può tenere in bella mostra in casa, meglio in una stanza centrale o che si utilizza maggiormente, come un insolito oggetto d’ arredamento. La bottiglia difenderà egregiamente la casa e i suoi abitanti. Qualora la bottiglia dovesse rompersi accidentalmente, indicherebbe che un maleficio o un malocchio hanno colpito la casa, i suoi abitanti e soprattutto la persona per cui la bottiglia è stata confezionata. Quindi lo scudo magico ha sortito il suo effetto e andrebbe subito gettato e sostituito con una nuova bottiglia. Da li a poco, potreste sicuramente venire a conoscenza della fonte di questa negatività.

 

 

 

 

 

1 thought on “Rituale magico contro Fattura e Malocchio

I commenti sono chiusi.

Translate »