Padroneggiare con i propri Poteri Extrasensoriali

Sesto senso”, “seconda vista”, “terzo occhio”, “super senso”, “poteri intellettuali”, sono tutti termini riconducibili all’ESP, sigla entrata nell’uso comune a partire dal 1930 e ormai universalmente accettata che sta per “Percezione Extra Sensoriale”.

Con essa si indicano alcune possibilità inconsuete di interazione tra l’uomo e l’ambiente esterno e quindi la possibilità di acquisire informazioni e conoscenze al di là delle usuali vie sensoriali umane: vista, udito, tatto, gusto e olfatto. Per una conoscenza che rimandi a vie extrasensoriali è necessario:

escludere con certezza l’azione dei sensi;
escludere con certezza qualsiasi mediazione logica e razionale;
escludere nel singolo episodio l’intervento del caso e della coincidenza fortuita.

Modi per risvegliare il tuo io nascosto: Meditazione

Quando si ha una netta distinzione tra ciò che si sa, e ciò che sapete, si può cominciare a testimoniare la natura dei pensieri, che sono ciò che noi chiamiamo “il campo”. Il campo di pensieri sono disponibili come segnali WiFi, in certi luoghi e con certe persone può essere più conduttivo, in alcuni posti può esserlo meno. I pensieri sono visti come energia, alcune persone sono traducono tutto ciò in modo chiaro altri di meno. Quanto più ascoltiamo il nostro ego, meno chiaro sarà il canale che riceveremo.

Questo perché l’energia tenderà a diventare ciò che noi chiamiamo “personalizzato” dalle nostre personalità, naturalmente.

Fidarsi del proprio istinto

La maggior parte delle persone hanno accumulato una sorta di esperienze negative lungo il proprio cammino, da non seguire più il flusso naturale della vita. Vi è una netta differenza tra seguire il vostro istinto e seguire il flusso. C’è un magnetismo istintivo che si crea quando il vostro spirito rileva il percorso che si dovrebbe intraprendere. Tuttavia,molta gente preferisce il flusso, ignorndo il proprio istinto, seguendo il branco o andando giù prendendo la strada più sicura e veloce. Ricordate la strada meno percorsa richiede sempre un pioniere. Questa volta sei tu. Ascolta la sorgente interiore più spesso.

Tieni un diario dei propri sogni

Lo stato di sogno è quel piano di esistenza che è specificamente progettato per riflettere la vostra mente subconscia. Quando si è nel sogno la vostra mente è ovviamente in uno stato più rilassato e, quindi, permette di riflettere, in tempo reale, sotto forma di storie e interazioni. Più annoterete questi sogni più chiaro il vostro richiamo diventerà, e la luce del cammino si illuninerà portandovi dove in realtà volevate andare. Alcune persone sono riuscite addirittura ad entrare in contatto con passati e futuri se stessi, spiriti guida, esseri angelici etc. Quando si arriva a un certo livello di attenzione durante lo stato di sogno è possibile navigare nel subconscio collettivo noto come il piano astrale e, questo, è un punto in cui possiamo anche iniziare una navigazione più a fondo dei nostri poteri psichici, interagendo direttamente con il nostro io, l’anima si fonde all’unisono con il nostro io, e da luogo ad un es superiore capace di di creare viaggi astrali collocati nella concretezza e nel materiale.

Conoscere i propri Chakra

I chakra sono punti di energia all’interno del vostro corpo che sono in grado di fornire diversi modi per accedere alle informazioni psichiche. Mantenere il proprio sistema energetico chiaro e sano è importante per il vostro benessere. Essere in grado di capire questa energia è vitale per il successo nello sviluppo dei vostri sensi psichici.

I chakra sono i nostri punti vitali e rappresentano i centri energetici del nostro corpo che hanno il compito di assorbire la nostra energia vitale (prana) e distribuirla all’esterno..

Tutti noi abbiamo la capacità di attingere alle nostre capacità psichiche e più anziani diventiamo più le nostre responsabilità nel mondo aumentano